Home Agenda Associazione Attivita' Documentazione Link Contatti
cerca
ASSOCIAZIONE › LO STATUTO
HomeLo statuto
Giovedì 26 giugno 2014 è stato approvato all'unanimità la modifica dell'articolo 6 dello Statuto della nostra Associazione che imprime una svolta importante al ruolo della professione di comunicatore pubblico. Si apre, infatti, una nuova stagione per il riconoscimento professionale, sul quale “Compubblica” è impegnata fin dal momento della sua costituzione.

Confermando che l'Associazione considera prioritario il riconoscimento e la valorizzazione, in ogni forma e sede, delle attività rappresentate il cui obiettivo è la valorizzazione delle competenze degli associati, la garanzia del rispetto delle regole deontologiche e la tutela degli utenti.

In particolare, all'art. 6, sono previsti due profili: il comunicatore pubblico, colui che è idoneo a dirigere le strutture di comunicazione a livello dirigenziale, ai sensi della Legge 150/2000. Deve essere in possesso di laurea vecchio o nuovo ordinamento o specialistica tra quelle previste dal Dpr 422/2001.; l'addetto alla comunicazione e alle relazioni con il pubblico, colui che è idoneo a presiedere il front e il back office nelle strutture di comunicazione. Ai sensi dell’art 2 co. 4 del Dpr 422/2001, deve essere in possesso di un diploma di scuola media superiore e di corso di formazione teorico-pratico.




Allegati:
1) Statuto dell'Associazione "Comunicazione Pubblica" 2014 [106.28 Kb] - download »
2) Art. 6 modificato [73.99 Kb] - download »
AGENDA
tutti gli appuntamenti di Giugno »












"Comunicazione Pubblica" sostiene

Mappa Formazione on line Aiuto Roma: "P.A.: Social network e comunicazione pubblica 2.0" Sassari 2017 Credits Privacy

Comunicazione Pubblica - Direzione di Milano tel./fax 02/67100712 r.a.
2001-2017 © Comunicazione all rights reserved - P.Iva 04630291005

Il sito web dell'Associazione Comunicazione Pubblica non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto