Home Agenda Associazione Attivita' Documentazione Link Contatti
cerca
NEWS › NEWS CP
HomeNews › Scheda articolo
Prevenzione e protezione da fake news
23 ottobre 2018

 
A Roma il 12 ottobre  scorso, nell'ambito del IX Congresso Nazionale SIHTA si è svolto l'incontro "Prevenzione e protezione da fake news". Il Congresso SIHTA è stato un momento di confronto e dibattito aperto a tutti gli operatori e utenti del sistema sanitario con l'obiettivo di comprendere le sfide e le prospettive della sanità di domani, a partire dalla sostenibilità del SSN e dall'universalità dell'accesso alle cure a 40 anni dalla istituzione del SSN italiano.

L'introduzione nei sistemi sanitari nazionali di nuove tecnologie che rispondano alle priorità di salute e ai reali bisogni dei cittadini, è un obiettivo che, però, va al di là della volontà delle Istituzioni centrali e regionali e richiede il fondamentale contributo dei professionisti tutti e, in particolare, di quanti operano dentro le società scientifiche, mediche e non, gli ordini professionali, le università e le aziende della filiera della salute.

Le fake news , per i loro effetti che possono anche essere gravemente lesivi della salute, sono una pericolosa realtà che ormai preoccupa professionisti e Istituzioni. Nel campo sanitario, purtroppo, sono sempre esistite,  anche se con una espansione e ampiezza molto più lenta  e quindi meno pericolosa.

Oggi, con i social media e la crossmedialità, che mette in stretta e rapida connessione i mezzi di comunicazione l'uno con l'altro, le notizie nocive si propagano enormemente e a grande velocità.

Sullo scottante e attuale problema all'incontro ne hanno discusso Micaela Liuccio, docente dell'Università La Sapienza di Roma; Lorella Salce, ufficio stampa e relazioni esterne IFO-Istituti Fisioterapici Ospitalieri di Roma;  Pier Carlo Sommo, segretario generale di "Compubblica"; Carlo Verna, presidente nazionale dell'Ordine dei Giornalisti moderati da Marco Magheri, direttore responsabile di "Panorama Sanità".

Pier Carlo Sommo ha posto l'accento sul forte ritardo degli Enti pubblici nell'uso dei social media, e ha fatto rilevare la fortissima disomogeneità sul territorio nazionale, prodotta dalla carenza culturale sulla materia dei vertici e dal problema dei rapporti tra gli organi centrali e quelli locali, poco collaborativi e coordinati. Ha sottolineato altresì la grande importanza di una formazione attenta e continua di tutti gli attori della comunicazione e dell'informazione. Lorella Salce ha portato l'esperienza del proprio contesto operativo, l'IFO di Roma, una struttura IRCCS di rilievo nazionale con una considerevole presenza e attività sui nuovi media. Micaela Liuccio, ha parlato delle più recenti attività di formazione universitaria sulla materia ribadendo la fondamentale importanza della preparazione. Carlo Verna ha illustrato il documento programmatico dell'Ordine dei Giornalisti, che prevede una maggior formazione per l'accesso alle professioni giornalistiche.

Nelle conclusioni del dibattito tutti concordi nell'affermare che l'unica autentica difesa contro le notizie ingannevoli è nella formazione e istruzione di chi opera nel settore, dove bisogna saper intervenire con rapidità e preparazione professionale adeguata e continuamente aggiornata.

archivio completo »

AGENDA
tutti gli appuntamenti di Novembre »












"Comunicazione Pubblica" sostiene

Mappa Aiuto Credits Privacy

Comunicazione Pubblica - Direzione di Milano tel./fax 02/67100712 r.a.
2001-2018 © Comunicazione all rights reserved - P.Iva 04630291005

Il sito web dell'Associazione Comunicazione Pubblica non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto