Home Agenda Associazione Attivita' Documentazione Link Contatti
cerca
LA RIVISTA
HomeLa Rivista › Scheda evento
Cento volte comunicazione
Numero 100 gennaio-febbraio


Quale migliore occasione per festeggiare i cento numeri dell'unica rivista italiana interamente dedicata alla comunicazione pubblica se non quella di un numero monografico riservato alla tredicesima edizione del Salone Europeo della Comunicazione Pubblica, dei Servizi al Cittadino e alle Imprese?

Molto spesso le ricorrenze servono per celebrare il passato ma, poich? il traguardo raggiunto lo consideriamo solo un nuovo punto di partenza, parleremo di futuro. Questo, ovviamente, non significa non riconoscere e far conoscere il lungo cammino che dal 1990 ad oggi abbiamo percorso.

Sono stati anni importanti che, per riassumerli in un'efficace sintesi, potremmo definirli quelli che hanno visto la nascita e l'affermazione dei primi professionisti della pubblica amministrazione: i comunicatori pubblici. Non ? stato un cammino facile in un Paese dove, come testimoniano gli avvenimenti di questi mesi, imperversano lobby ad ogni pi? sospinto. Dove ci si identifica sempre meno in grandi progetti o nel bene comune, preferendo inseguire particolarismi di ogni genere.

Eppure siamo riusciti in un'impresa che allora appariva quasi impossibile: rendere "visibili" la comunicazione pubblica e i comunicatori pubblici. Lo abbiamo fatto con impegno e coerenza, rifiutando il gioco delle appartenenze, senza issare vessilli di questo o quel colore ma solo quello della competenza.

Questa ? stata e rimane la strada maestra che abbiamo deciso di percorrere per valorizzare la comunicazione pubblica ma soprattutto per ampliarne compiti e funzioni. ? una percezione sempre pi? diffusa quella che registriamo soprattutto a livello locale sul vero significato del nostro lavoro. Anche per questo i documenti che abbiamo approvato sulle "trasversalit?" della comunicazione (sanit?, ambiente, Europa) e quelli che approveremo nei prossimi mesi sono stati e sono decisivi per farci uscire da quel dibattito sempre pi? incomprensibile su come ci chiamiamo anzich? su cosa facciamo.

Di questo risultato siamo fieri e lo dovrebbero essere anche coloro che nelle pubbliche amministrazioni troppo spesso ragionano come impiegati e non come professionisti pubblici. Lo stesso successo di COM-PA, che in queste pagine viene analizzato nei numeri e nei contenuti, ? la miglior conferma della nuova realt? che rappresentiamo.

Adesso, davanti a noi, stanno il riconoscimento professionale, le piante organiche, i percorsi di formazione e aggiornamento, una pi? forte relazione con il sistema universitario. Obiettivi rilevanti per i quali ? necessario l'aiuto di tutti.

Per questo chiediamo pi? iscritti alla nostra Associazione, pi? presenze a COM-PA, pi? visibilit? nel territorio. Lavorare, ciascuno per quanto di propria competenza, in questa direzione ? il modo migliore per dare significato a parole come cambiamento e innovazione. Dopo un non breve periodo di incontri e confronti i sindacati nazionali del pubblico impiego ci hanno confermato che il loro "impegno sar? nel portare avanti un percorso contrattuale per l'attuazione della Legge 150". Che questo impegno venga rispettato sar? il nostro impegno nell' anno appena iniziato. Una nuova Pubblica Amministrazione e nuovi cittadini avranno sempre pi? bisogno di una comunicazione fatta di sostanza e contenuti, di nuove tecnologie e di strumenti innovativi.


In una parola, di quella comunicazione per la quale ci battiamo da sempre e che, nei cento numeri della nostra rivista, ? stata costantemente al centro delle nostre riflessioni e delle nostre realizzazioni.


Alessandro Rovinetti, Segretario generale dell'Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica e Istituzionale




archivio completo »

AGENDA
tutti gli appuntamenti di Ottobre »












"Comunicazione Pubblica" sostiene

Mappa Aiuto Credits Privacy

Comunicazione Pubblica - Direzione di Milano tel./fax 02/67100712 r.a.
2001-2019 © Comunicazione all rights reserved - P.Iva 04630291005

Il sito web dell'Associazione Comunicazione Pubblica non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto