Home Agenda Associazione Attivita' Documentazione Link Contatti
cerca
LA RIVISTA
HomeLa Rivista › Scheda evento
Verso l'Assemblea Nazionale. Tre anni importanti per i comunicatori pubblici
Numero 91 aprile-maggio-giugno

L'Assemblea nazionale di una Associazione non ? mai un fatto rituale, soprattutto se coincide con la fine di un mandato e il rinnovo delle cariche per quello successivo.Il 10 giugno a Roma, gli iscritti all'Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica e Istituzionale saranno chiamati a valutare il bilancio del lavoro svolto dal 2002 al 2005 e a definire le linee strategiche del futuro.
Mi sembra comunque opportuno che proprio da "Comunicatori Pubblici", il settimanale on line che l'attuale gruppo dirigente ha fortemente voluto, si possa e si debba sottolineare luci ed ombre di un triennio importante.
In questi anni la nostra Associazione ? cresciuta in quantit? d'iscritti e in qualit? delle tematiche affrontate. Siamo diventati una rappresentanza autorevole e riconosciuta di una nuova disciplina, la comunicazione pubblica e di una nuova professione, i comunicatori pubblici.
Ci siamo dotati di un apparato di strumenti di informazione non banale per un'Associazione che non gode di particolari sovvenzioni e che ha fatto dell'autonomia il proprio punto di forza.
Abbiamo costruito le delegazioni regionali, dato vita ad un'attivit? di formazione di alto profilo, garantito, con il successo di COM-PA, il Salone Europeo della Comunicazione Pubblica, dei Servizi al Cittadino e alle Imprese, la pi? libera sede di confronto di culture ed idee diverse sulla comunicazione e sull'innovazione.
Abbiamo condotto, assieme alla FNSI, una battaglia decisiva per ottenere la legge 150 e per farla attuare.
Abbiamo dato vita alla Federazione Europea delle Associazioni della Comunicazione Pubblica, trovando entusiasmo, collaborazione e accoglienza positiva in tutti i Paesi dell'Unione e fra i colleghi che hanno scelto COM-PA come la sede privilegiata dell'incontro annuale dei comunicatori pubblici europei.
Abbiamo fatto tutto questo e altro ancora senza iattanza, senza cedere di un centimetro sul piano dei principi, rispettando tutti a cominciare da quei pochi che invece non ci hanno rispettato e non ci rispettano.
Abbiamo evitato i tranelli del corporativismo, delle cosiddette ?lites professionali, abbiamo lavorato per dare una piccola o grande speranza (lo decideranno i fatti) alle migliaia di laureati in Scienze della Comunicazione.
Eppure se guardiamo al domani vediamo quanto ancora ci resta da fare.
I prossimi impegni hanno gi? un nome e si chiamano: riconoscimento dei profili professionali, relazioni pi? continue con il sistema universitario, valorizzazione della cultura della comunicazione a cominciare dalle nostre Amministrazioni.
Qualcuno scrive o dichiara che saremmo troppo sindacalizzati, altri che ci ostiniamo a difendere la legge 150 anzich? invocarne una pi? avanzata.
Anche su questo ? chiamata ad esprimersi l'Assemblea di giugno.
Per quanto mi riguarda credo che il mondo dei comunicatori pubblici di tutto abbia bisogno tranne che di una Associazione in preda ai deliri dei teorici della teoria.
Abbiamo gi? detto e dimostrato che non intendiamo diventare un nuovo Ordine professionale n? tanto meno essere un sindacato, ma praticare idee sempre pi? distanti dalla realt? professionale di migliaia di colleghi ? il modo migliore per trasformare un'Associazione forte e vitale, come la nostra in un mediocre teatrino per qualcuno.
Per questo il nuovo gruppo dirigente che uscir? dall'Assemblea di Roma e che mi auguro possa essere largamente rinnovato, dovr? anche essere fortemente unito e motivato a procedere sulla strada che in questo triennio abbiamo iniziato a percorrere.I nostri iscritti e le migliaia di comunicatori pubblici attendono, ancora una volta, una nostra risposta all'altezza delle questioni e dei problemi che ci stanno davanti.

?Alessando Rovinetti , Segretario generale dell'Associazione "Comunicazione Pubblica"


archivio completo »

AGENDA
tutti gli appuntamenti di Ottobre »












"Comunicazione Pubblica" sostiene

Mappa Aiuto Credits Privacy

Comunicazione Pubblica - Direzione di Milano tel./fax 02/67100712 r.a.
2001-2019 © Comunicazione all rights reserved - P.Iva 04630291005

Il sito web dell'Associazione Comunicazione Pubblica non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto