Home Agenda Associazione Attivita' Documentazione Link Contatti
cerca
LA RIVISTA
HomeLa Rivista › Scheda evento
COMUNICATORI PUBBLICI: ? LA "STAGIONE" DELLE COMPETENZE
Numero 66 Marzo - Aprile

Non sappiamo se quando leggerete questo numero della rivista il Consiglio di Stato avr? gi? approvato il regolamento attuativo della Legge 150 aprendo, dopo la promulgazione della legge nel giugno 2000, la seconda fase di applicazione della normativa.
Ma, in effetti, la questione, pur rilevante, non aggiunge molto all'impegno che, nei prossimi mesi, attende la nostra Associazione.
I temi di fondo che intendiamo affrontare rimangono: la formazione e la definizione degli accessi e dei profili professionali.
Questioni decisive per i comunicatori pubblici ma anche cartine di tornasole sulla reale volont? di cambiare delle nostre Amministrazioni che adesso debbono dimostrare sul terreno della pratica quello che (sinora) hanno scritto nei cieli della teoria.
Vale a dire se e come e quanta strada ha fatto la cultura della comunicazione e del cambiamento nelle Istituzioni centrali e locali.
Se davvero alla stagione delle appartenenze sta sostituendosi quella delle competenze, se ruoli, professioni e intelligenze verranno finalmente riconosciute e valorizzate. O se, invece, assisteremo ad un'ennesima riedizione dell' "assalto alla diligenza" che, con troppa frequenza, accompagna i processi innovativi nella Pubblica Amministrazione. Alle perplessit? e alle ansie che, in questi ultimi mesi, molti soci hanno manifestato, il nostro Consiglio direttivo nazionale ha risposto con il documento che troverete in queste pagine. Una presa di posizione che rappresenta un impegno solenne dell'Associazione e, allo stesso tempo, la base indispensabile per costruire ragionamenti e confronti sui diversi tavoli della futura contrattazione.
Abbiamo cercato di indicare criteri e motivazioni validi per tutti pur sapendo che la realt? con cui ci dovremo misurare sar? diversa da citt? a citt?, da Amministrazione ad Amministrazione.
Ma, in questo momento, ci ? parso un segno di grande responsabilit? e forza non svilire l'impegno di tanti colleghi in un ringhiare rissoso attorno all' "osso" della comunicazione come qualcuno sembra gi? praticare.
Questo non vuol dire che anche le migliaia di comunicatori non sapranno far valere la propria voce o non sapranno giudicare la distanza tra il dire e il fare di certi politici e amministratori.
Non mancheranno, a questo proposito, n? occasioni significative n? importanti scadenze.
Ma, ancora pi? importanti, saranno le risposte che gli interlocutori istituzionali e il mondo della formazione sono impegnati a darci, proprio partendo dal documento approvato nelle scorse settimane e che consideriamo, a scanso di equivoci e fraintendimenti, la base per ogni serio confronto.
A tutti coloro che ormai quotidianamente ci cercano, segnalandoci incongruenze. sollevando problemi e perplessit? sui modi e sulle forme con le quali da qualche parte si intende l'attuazione della legge, non ci limitiamo a chiedere un mandato in bianco alla nostra azione. Chiediamo loro qualcosa di pi?. Chiediamo un'adesione convinta all'Associazione e un impegno forte al nostro fianco perch? deve essere chiaro a tutti che i prossimi mesi saranno decisivi per definire molte delle questioni e delle vicende che, negli ultimi dieci anni, hanno segnato il cammino teorico e professionale della comunicazione pubblica.
Non delegare ma partecipare ? sempre una buona regola per essere protagonisti del proprio destino.
Lo ? a maggior ragione per i comunicatori pubblici il cui futuro professionale va costruito nell'unit? e nella coerenza ma anche difeso dai "liberisti" (delle altrui professioni) dell'ultima ora.
A cominciare da quelli che, sino al 7giugno 2000, negavano persino che ad un futuro avessimo diritto.



archivio completo »

AGENDA
tutti gli appuntamenti di Ottobre »












"Comunicazione Pubblica" sostiene

Mappa Aiuto Credits Privacy

Comunicazione Pubblica - Direzione di Milano tel./fax 02/67100712 r.a.
2001-2019 © Comunicazione all rights reserved - P.Iva 04630291005

Il sito web dell'Associazione Comunicazione Pubblica non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto